Narada Press
SANREMO: FRA LE NUOVE PROPOSTE IN EVIDENZA KARIMA AMMAR

Speciali » Sanremo 2009 »

SANREMO: FRA LE NUOVE PROPOSTE IN EVIDENZA KARIMA AMMAR

c_3_foto_121_foto1 Il suo mentore è Burt Bacharach e non ci sarebbe da aggiungere altro. Livornese, di padre algerino e mamma italiana,  esordisce a 12 anni  a “Bravo Bravissimo” con Mike Bongiorno impressionando il pubblico cantando “Don’t cry for me Argentina” e da allora è stata un’escalation. [Leggi il resto dell’articolo →]

 

SANREMO: L’ARISTON ILLUMINATO SOLO CON ENERGIA RINNOVABILE

Un’energia senza emissioni, proveniente da acqua, sole, vento e calore della terra, illuminerà anche quest’anno il  Festival di Sanremo, grazie all’accordo tra il Teatro Ariston ed Enel Energia, la Società di Enel per la vendita di energia elettrica e gas sul mercato libero. L’Ariston è stato il primo teatro italiano a impiegare, per il suo intero fabbisogno di elettricità, energia “verde” prodotta da fonti rinnovabili, innescando un ciclo virtuoso amico dell’ambiente. [Leggi il resto dell’articolo →]

 

SANREMO: CODACONS CHIEDE A PROCURA E CORTE DEI CONTI IL SEQUESTRO DEI CONTRATTI DI BONOLIS E BENIGNI. SPRECO DI DENARO PUBBLICO E ABUSO D’UFFICIO.

Con un esposto urgente inviato oggi alle Procure della Repubblica di Sanremo e di Roma e alla Corte dei Conti, il Codacons ha chiesto il sequestro dei contratti stipulati dalla Rai con Paolo Bonolis e con Roberto Benigni, relativamente al Festival di Sanremo 2009. [Leggi il resto dell’articolo →]

 

59° FESTIVAL DI SANREMO. O KARAOKE? Un commento alla prima serata.

Decisamente un festival fresco, dinamico, brioso, ma senza donne significative manifesto-okche non siano cantanti in gara. Gradito ritorno della lettura di autori, interpreti e Maestri d’Orchestra, ma ritornano anche le donne che non parlano e se lo fanno sbagliano. Una Alessia Piovan che pareva non aver smesso i panni del cadavere che l’ hanno resa famosa e un modello che come manichino era perfetto. Anche quando ballavano insieme nel finale l’effetto carillon ci stava tutto. Tutti leggevano, tranne Benigni ovviamente. I grandi artisti non ne hanno bisogno perchè stanno sul palco col cuore e con la testa e non sono preconfezionati. Che fine ha fatto l’improvvisazione? La creatività di chi conduce una trasmissione? [Leggi il resto dell’articolo →]

 


.