Narada Press
>agenzia di comunicazione, radio, fiere, promozione ed informazione  aziendale e fieristica

Al Verona Mineral Show la lampada più preziosa al mondo in anteprima assoluta: in fiera dal 3 al 5 dicembre. Le interviste a cura di Viliana Trombetta.

perle Come ormai tradizione, per 6°anno consecutivo, si terrà presso la Fiera di Verona l’edizione “Geo Shop” del Verona Mineral Show in programma dal 3 al 5 dicembre 2010.L’edizione invernale è caratterizzata, come di consueto, da una massiccia presenza di pietre dure, preziose e lavorati che forniranno un’ampia immagine di quelle che saranno le tendenze della moda per il 2011 per quanto riguarda gli accessori all’abbigliamento. Circa 200 ditte saranno presenti alla prestigiosa manifestazione in rappresentanza di oltre 15 nazioni che esporranno il meglio della loro produzione in fatto di pietre dure, creazioni artigianali in oro e argento o altri metalli meno “preziosi”, minerali, fossili, conchiglie da collezione; inoltre, un ampio settore sarà dedicato al “fai da te”: infatti, la presenza di alcune ditte specializzate in minuteria daranno la possibilità al folto pubblico femminile, e non solo, di creare con le proprie mani e con la propria fantasia dei veri e propri gioielli.

La novità assoluta è che sarà esposta in anteprima mondiale la lampada abat-jour più preziosa del mondo, costituita da 1.400 kt di zaffiri, oro, argento e lapislazzuli qualità gemma. Una creazione di lusso a cura di Tonino Pignatelli

Da alcune anticipazioni fornite dai designers del settore emerge che, anche per quest’anno, Onice e Cristallo di rocca saranno i più ricercati, lasciando, come al solito, a perle e coralli la nicchia superiore di mercato; Lapis invece sempre in leggero declino, anche se l’affascinante pietra blu sembra dare sostanziali segni di ripresa. L ‘Ambra è un’ altra famosa gemma in forte declino a causa forse delle numerose imitazioni in resina sintetica o addirittura plastica che scoraggiano l’acquirente, anche se un monile arricchito con la famosa ambra blu di Santo Domingo resta sempre un gioiello di raro splendore e ricercatezza. Per quanto riguarda, invece, il settore delle pietre preziose, incontrastabile il cammino del Diamante, sicura pietra di rara bellezza e di buon investimento, recupero invece inaspettato dello Zaffiro nelle sue varie colorazioni, con una impennata nei prezzi delle pietre non trattate, e così pure per i Rubini, mentre lo Smeraldo dà leggeri segni di debolezza. Incontrastata, invece, regina delle pietre semipreziose è l’Acquamarina che da anni guida dall’alto questo importante segmento di mercato.
Ricordiamo ai visitatori che, nell’intento di fornire la massima assistenza al pubblico, sarà presente lo stand dell’Istituto Gemmologico Italiano, laboratorio di analisi con grandi riconoscimenti in campo nazionale ed internazionale, il quale fornirà gratuitamente consulenze sulle gemme. Non disperino i collezionisti di minerali e fossili, come al solito centinaia di campioni di rara bellezza faranno capolino tra i monili per la gioia degli appassionati di questo affascinante settore della geologia. La Associazione Geologica Mineralogica Veronese, presente con un proprio stand, regalerà, sino ad esaurimento scorte, ai piccoli visitatori, simpatici campioni di minerali. Fra gli espositori c’è anche chi insegna a creare il proprio bijoux e a riparare quelli rotti. (Bijouxmania: tecniche di creazioni di bijoux, l’intervista a Ferrari Loredana)

La fiera sarà aperta al pubblico nei tre giorni di manifestazione con orario continuato 9/19.
Ingresso adulti € 6,00 – ingresso ridotto € 5,00 – ingresso gratuito per i disabili e un loro accompagnatore. Per tutti coloro che risultano amici della pagina ufficiale Facebook del Verona Mineral Show, l’ingresso è ridotto.

Info: www.veronamineralshow.com

La Narada Press Communication è Media Partner dell’evento.

Intervento dell’Assessore alla Cultura, Turismo e Spettacolo, del Comune di Verona, Mimma Perbellini


.