Narada Press
>agenzia di comunicazione, radio, fiere, promozione ed informazione  aziendale e fieristica

Progetto Fuoco 2014, dal 19 al 23 febbraio alla Fiera di Verona.

banner-logo-fuoco E’ giunta alla 9^ edizione la manifestazione dedicata ad operatori  professionali del settore, tecnici e imprenditori  provenienti da Paesi europei ed extraeuropei, da mercoledì 19 a domenica 23 febbraio. Nelle giornate di sabato e domenica si attendono invece  i consumatori sempre più interessati ed esigenti verso quelle forme di riscaldamento che sembravano appartenere al passato ma che offrono un’ampia gamma di soluzioni in fatto di tecnologie, design, comfort, sicurezza, eleganza, rispetto per l’ambiente ed economicità.

Progetto Fuoco accenderà letteralmente la Fiera di Verona con gran parte di caminetti e stufe anche di dimensioni ridotte, che ben si adattano alla taglia media delle nostre abitazioni e  che consentono di limitare
le opere murarie alla sola uscita della canna fumaria costruita però a regola d’arte. Chi non ha problemi di spazio potrà scegliere il più scenografico dei camini, l’oggetto di design che determina lo stile di una casa, potrà programmare l’utilizzo di tutte le macchine anche a distanza, con l’accensione da remoto via sms.

La manifestazione, che si sviluppa in sei padiglioni, prevede la mostra di tutto ciò che riguarda il riscaldamento e l’arredamento (dai caminetti ai termocamini ad aria e ad acqua, ai rivestimenti, a stufe a legna in acciaio, ghisa, ceramica, alle cucine in muratura), materiali e fumisteria (condotti da fumi in acciaio, comignoli, maioliche, materiali refrattari, termoregolazione, ecc) e l’Area PF Technologie sviluppata in collaborazione con AIEL, partner tecnico della mostra internazionale Progetto Fuoco, orientata in modo particolare allo sviluppo del mercato e concentrata su tre parole chiave della filiera legno-energia: qualità, professionalità e innovazione tecnologica (Caldaie a pellets, cippato di legna, Caldaie a legna pezzata, Caldaie a biomasse, Bruciatori a pellets, Bruciatori per combustibili triti, Impianti e sistemi “chiavi in mano”, Silos per stoccaggio e sistemi di caricamento per caldaie, Macchine per la produzione del pellets, bricchettatrici,  Macchine spaccalegna, cippatrici, sminuzzatrici, Attrezzature e sistemi di confezionamento per legna da ardere).

Ricco calendario di convegni, workshop, talk-show, seminari ed incontri, scaricabile all’indirizzo http://www.progettofuoco.com/notizie/il-notiziario-di-progetto-fuoco-workshopseminariconvegni-2014

Elementi centrali della manifestazioni sono la tecnologia e la sicurezza, certificazione delle biomasse, conto termico, risparmio energetico e qualità del materiale da riscaldamento.

Giovedì 20 si terrà una Tavola Rotonda per Fumisti dal titolo: Stato dell’arte e situazione nazionale, in cui si affronteranno i temi più importanti di questa professione. Verranno poi consegnati i primi 100 certificati alle aziende e agli operatori che si sono impegnati nella formazione ed hannoraggiunto la Qualità certificata da ANFUS e FUSPA con il marchio APQ .

Sabato 22 Meeting Internazionale degli Spazzacamini, evento unico per l’incontro tra i vertici europei e i vertici italiani per lo sviluppo della professione.  Interverranno referenti della Federazione Europea Maestri Spazzacamini, il Senatore Panizza, il referente della Scuola Nazionale Ungherese Spazzacamini. Le relazioni, che vedranno come protagonisti i vertici ANFUS e FUSPA, il comandante dei Vigili del Fuoco di Brescia, il Direttore della Scuola di Muhlbach.

Tra gli eventi, nell’area esterna al padiglione, verrà allestito un laboratorio di analisi a cura del Dipartimento TESAF dell’Università di Padova. Il Laboratorio ABC rilascia un’attestazione della qualità dei biocombustibili legnosi e della loro tracciabilità di filiera. L’attività di controllo qualitativo rappresenta uno stimolo per la creazione di un mercato trasparente, impostato sulla determinazione di prezzi sulla base dell’effettiva energia contenuta nei biocombustibili e sulla loro qualità in relazione alle esigenze specifiche degli apparecchi e impianti. Offre inoltre un servizio di valutazione del sistema legno-energia dal punto di vista ambientale con il supporto del metodo dell’Analisi del Ciclo di Vita o LCA (Life Cycle Assessment) che costituisce uno degli strumenti fondamentali per l’attuazione di una politica Integrata dei prodotti prevista dalla Commissione Europea. Il Laboratorio ABC analizza, con riferimento alla normativa ISO 14040, gli impatti ambientali di un sistema (prodotto, processo o servizio), considerando il suo intero ciclo, dalle fasi di produzione e prima trasformazione delle materie prime fino al suo smaltimento finale.

La capillare distribuzione su tutto il territorio nazionale di depositi e di punti vendita di legna per il riscaldamento necessita una meccanizzazione specifica che velocizzi le operazioni di preparazione e confezionamento della legna da ardere, o dei suoi derivati, anche per contenere i costi finali di questo combustibile. Come per le passate edizioni le dimostrazioni saranno su un’area esterna con macchine operative, impianti ed attrezzature specifiche: dalle spaccalegna alle cippatrici, dai trituratori ai banchi sega – taglialegna, ai centri di lavorazione per legna da ardere.

Tutto il programma al sito ufficiale della Manifestazione www.progettofuoco.com

La Narada Press Communication è Media Partner dell’Evento.


.