Narada Press
>agenzia di comunicazione, radio, fiere, promozione ed informazione  aziendale e fieristica

EFFICIENZA ENERGETICA E TELERISCALDAMENTO: CONVEGNO A RIVA DEL GARDA VENERDI 19 GIUGNO

Migliorare l’efficienza energetica degli edifici, produrre energia da fonti rinnovabili e ridurre l’inquinamento nell’atmosfera. Sono tutti obiettivi dei “distretti energetici”, sistemi che gestiscono a livello di aree territoriali la produzione e il trasporto di energia elettrica e termica.  
Di questo, con particolare riferimento al tema del teleriscaldamento, si parlerà a Riva del Garda, venerdì 19 giugno nel corso del convegno “Efficienza energetica e teleriscaldamento per le comunità montane. Prospettive per i distretti energetici locali”, organizzato presso il Palazzo dei Congressi, in via Fabio Filzi, dal Distretto Tecnologico Trentino.
Durante i lavori, introdotti a partire dalle ore 9.30 dal sindaco del Comune di Riva del Garda, Sen. Claudio Molinari, e dall’amministratore delegato del Distretto Tecnologico Trentino, Gianni Lazzari, si confronteranno esperti del settore e amministratori di diversi comuni italiani che porteranno la propria esperienza nel campo del teleriscaldamento, un sistema per distribuire calore, sotto forma di acqua calda o vapore, da una fonte centrale direttamente alle abitazioni.
Al pomeriggio, alle ore 16.30, è in programma la tavola rotonda “Ruolo delle Comunità Montane nello sviluppo dei distretti energetici locali”, moderata dal presidente del Distretto Tecnologico Trentino, Paolo Gurisatti, a cui parteciperanno il presidente della Provincia autonoma di Trento, Lorenzo Dellai, il presidente dell’Unione Nazionale Comuni e Comunità Montane, Enrico Borghi, e il presidente del Consorzio dei Comuni Trentini, Marino Simoni.
La partecipazione al convegno è gratuita. Il programma dettagliato e la scheda di adesione si trovano sul sito del Distretto Tecnologico Trentino: www.dttn.it
Abstract del Convegno
Scopo del convegno è promuovere l’Efficienza Energetica e il Teleriscaldamento al fine di ridurre le immissioni inquinanti nell’atmosfera. Un piccolo passo che le comunità montane possono fare per migliorare il nostro ambiente, la nostra salute e rispettare gli accordi previsti dal protocollo di Kyoto.
Per riscaldare le nostre abitazioni ogni anno in Italia si bruciano circa 14 miliardi di metri cubi di gase 4,2 miliardi di chilogrammi di gasolio, oltre a 2,4 milioni di tonnellate di combustibili solidi (legna e carbone). Così facendo si riversano nell’atmosfera circa 380.000 tonnellate di sostanze inquinanti come ossidi di zolfo, di azoto, monossido di carbonio e circa 40 milioni di tonnellate di anidride carbonica.
Il riscaldamento purtroppo è, dopo il traffico, la maggiore causa dell’inquinamento delle nostre città. Promuovere l’efficienza energetica con lo scopo di ridurre le emissioni inquinanti attraverso l’uso delle moderne tecnologie è oggi possibile, senza grossi sacrifici economici e senza rinunciare al comfort a cui siamo abituati.
Tra le varie metodologie utili allo scopo, il teleriscaldamento è un sistema di distribuzione energetica che per le sue caratteristiche e peculiarità tende ad ottimizzare la produzione, migliorare le efficienze con la conseguenza di ridurre i consumi, i relativi costi energetici e le immissioni inquinanti.


.